Cattive notizie per i clienti di rete mobile TIM, dal 28 Aprile sono previsti fino a 1,99€ al mese di aumento su alcune offerte

Continua la pessima abitudine dei gestori di rimodulare le offerte un po’ quando capita. Stavolta tocca proprio ai clienti TIM che, in base alla propria offerta, dal 28 Aprile potrebbero ritrovarsi con aumenti fino ad 1,99€ al mese.

La giustificazione, da qualche tempo a questa parte, è sempre la stessa: “continuare a garantire un servizio di qualità”. Spesso solo una scusa per rifilare un semplice aumento e cercare di avere più margini.

Questa volta quantomeno la rimodulazione verrà addolcita dalla possibilità di attivare gratuitamente una tra queste due opzioni:

  • Minuti Illimitati gratis, per parlare Senza Limiti con tutti i numeri mobili e fissi nazionali, sia in Italia che in roaming in tutti i Paesi dell’Unione Europea. La promozione è a tempo indeterminato.
  • 20 Giga gratis per 1 anno: che offre ogni mese 20 GB gratis per 1 anno, per navigare in Internet dal proprio smartphone alla velocità della rete 4.5G di TIM, in Italia e nei Paesi dell’Unione Europea.

Insomma, una magra consolazione, che però potrebbe convincere qualche cliente a non cercare altre offerte di altri gestori. Per verificare quale delle due opzioni è possibile attivare, sarà necessario andare nella sezione “Offerte per te” di MyTIM Mobile o chiamare il numero gratuito 409168.

I clienti interessati da tali aumenti saranno informati tramite:

  • SMS con invii effettuati a partire dal 15 marzo 2019;
  • IVR dedicato con la predisposizione del numero gratuito 409168;
  • WEB tramite un’informativa pubblicata nella pagina “Per i Consumatori – comunicazioni importanti”, cliccando nella sezione mobile “News e Modifiche contrattuali”;
  • Servizio Clienti 119 in cui gli addetti alla risposta sono a disposizione per fornire tutte le informazioni di dettaglio.

In caso non si vogliano accettare le nuove condizioni contrattuali, sarà possibile recedere dal contratto oppure passare ad altro operatore senza alcuna penale, fornendo una comunicazione entro il giorno antecedente la data di avvio della modifica. Vi lasciamo in basso le modalità di recesso disponibili:

“Qualora il cliente intenda esercitare il recesso, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, cessando la linea mobile, potrà compilare direttamente on line il “Modulo di richiesta cessazione ed autocertificazione di possesso linea”. In alternativa, è possibile scaricare, stampare e compilare lo stesso modulo, ed inviarlo all’indirizzo indicato nello stesso o tramite PEC all’indirizzo [email protected], allegando copia della documentazione richiesta, oppure recarsi presso i negozi TIM (per trovare il negozio TIM più vicino a te, vai su tim.it/negozi-tim) o chiama il 119. Il suddetto modulo può aiutare il cliente a gestire la richiesta di recesso, ma è sempre possibile inviare, in alternativa, una comunicazione scritta in forma libera, che dovrà, tuttavia, contenere i medesimi dati, essendo gli stessi necessari all’espletamento della richiesta. Si ricorda che, in caso il cliente scelga di cessare la linea mobile, perderà definitivamente il relativo numero di telefono.
Qualora sulla linea mobile sia associato un contratto per l’acquisto di un prodotto con pagamento rateizzato (ad esempio telefono, tablet, etc.) o un’offerta con promozione legata alla permanenza del numero in TIM, prima di effettuare la richiesta di disattivazione dell’offerta o di cessazione della linea o di passaggio ad altro operatore, il cliente dovrà compilare online il ”Modulo di richiesta di esercizio diritto di recesso” oppure contattare il Servizio Clienti 119, affinché non gli siano addebitati eventuali penali e costi di disattivazione contrattualmente previsti in caso di cessazione anticipata dall’offerta. Compilando il medesimo modulo è possibile, inoltre, decidere se mantenere attiva la rateizzazione del prodotto o pagare le rate residue in un’unica soluzione.”

L’articolo TIM: rimodulazioni fino a 1,99€ al mese per i clienti di rete mobile proviene da Tariffando.it.

Ti potrebbero interessare..