L’operatore virtuale ha rilasciato una dichiarazione ufficiale in cui conferma il data breach dello scorso 5 novembre. La violazione dei dati sensibili riguarderebbe un piccolo numero di clienti

Costretta a correre ai ripari dopo i fatti del 5 novembre scorso, Lycamobile ha rilasciato una dichiarazione sul proprio sito ufficiale ammettendo l’avvenuta violazione ai danni di un ridotto numero di clienti.

Ma andiamo con ordine.

Lo scorso 5 novembre il gruppo di hacker LulzSec ha esordito con un tweet che ha allarmato i clienti dell’operatore virtuale. Spiegavano, in sostanza, di aver messo le mani su una certa quantità di dati sensibili (carte di identità, codici fiscali, carte di credito e quant’altro), nonché sulle credenziali di accesso di diversi rivenditori di Lycamobile, e di aver pubblicato tutto in chiaro sulla piattaforma MEGA, a disposizione di chiunque.

Nella serata di ieri 12 novembre, Lycamobile ha effettivamente confermato il furto tramite una nota ufficiale, rispondendo per via indiretta all’ennesimo tweet degli hacker, che proprio qualche ora prima chiedevano provocatoriamente “Qualche cliente di @LycamobileIT che sappia se c’è stato qualche comunicato da parte loro? Hanno avvisato i clienti?“, aggiungendo quindi che “i dati di milioni di utenti in giro per la rete non dev’essere il massimo per una compagnia telefonica!“. Quanto segue è il comunicato rilasciato subito dopo da Lycamobile:

“LycaMobile Italia ha subito un atto di pirateria informatica e i dati personali di alcuni dei nostri Clienti sono stati illegalmente violati. Sono state prese le necessarie misure per evitare ogni ulteriore accesso non autorizzato e i dati personali dei nostri clienti sono ora sicuri. La violazione dei dati personali è un atto molto serio e abbiamo riportato l’accaduto alle Autorità competenti.

Sulla base delle indagini iniziali sembra che la violazione riguardi i dati personali di un numero esiguo di Clienti Lycamobile e stiamo completando le procedure di identificazione. Continuiamo a lavorare con le Autorità e ti terremo aggiornato.

Se i tuoi dati personali son ostati violati, provvederemo a contattarti con tutte le informazioni necessarie sull’accaduto e per fornirti la dovuta assistenza per attenuarne i possibili effetti negativi.”

Non si esclude, a questo punto, che tutti i clienti coinvolti direttamente nella violazione potrebbero essere ricontattati dall’operatore per fornire ulteriori chiarimenti e per sporgere denuncia alle autorità competenti al fine di evitare un utilizzo criminoso dei propri dati personali.

Nota ufficiale di Lycamobile

L’articolo Lycamobile: confermata la violazione dei dati personali del 5 novembre proviene da Tariffando.it.


Ti potrebbero interessare..