Non sembra bastare l’aver inserito in bolletta il costo del canone Rai: viste le ingenti perdite e la riduzione di risorse che la tv pubblica italiana fa registrare ormai da anni, l’ad Carlo Fuortes lancia la proposta shock: estendere l’obbligo di pagamento anche a chi possieda uno smartphone, un tablet o un pc.

Un’idea che, però, pare non aver trovato consensi in Parlamento e che potrebbe rivelarsi...